Prevenzione dal CORONAVIRUS

Intensificazione dei Controlli Intensificazione dei Controlli

Tamponi in Aeroporto, per chi torna dai Paesi a rischio con alta incidenza di contagi, ed intensificazione dei controlli dei passeggeri, nel pieno rispetto delle normative anticovid, per limitare la possibile diffusone delle varianti del virus CoV-2. In ottemperanza all'ordinanza emessa dal Presidente della Regione Abruzzo N.37 del 12 luglio tutti i passeggeri provenienti dall'Inghilterra, Malta e Girona (Catalogna), obbligo del tampone al rientro in Abruzzo.
 
Passenger Locator Form digitale (dPLF) europeo
Chiunque arrivi in Italia dall’estero o vuole recarsi all'estero, deve obbligatoriamente compilare il modulo EU dPLF (Passenger Locator Form digitale) indipendentemente dalla motivazione del viaggio e dalla destinazione, cioè un modulo digitale di localizzazione passeggero, da esibire all’imbarco o in caso di controlli.
 
I Passenger Locator Forms (PLFs) sono moduli utilizzati dalle Autorità Sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad una malattia infettiva durante un viaggio a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto (nave, aereo, treno, autobus o automobile) al fine di facilitare il tracciamento dei contatti. Le informazioni fornite nei PLF possono essere utilizzate dall’Autorità Sanitarie dei Paesi di destinazione al fine di poter contattare rapidamente i passeggeri, con l’obiettivo di proteggere la loro salute e quella dei loro contatti, oltre che a prevenire l’ulteriore diffusione di malattie. I PLF sono quindi uno fondamentale strumento a tutela della salute sia individuale che collettiva.I Paesi che richiedono la compilazione dei PLF, attualmente utilizzano moduli cartacei o PLF digitali online. Al fine di fronteggiare la pandemia da COVID-19, è stato sviluppato un sito web per promuovere l’utilizzo di un unico modulo digitale europeo – EU digital Passenger Locator Form (dPLF), con lo scopo di facilitare l’uso dei PLF nella risposta a minacce sanitarie transfrontaliere. Questo formato digitale permetterà, infatti, una più facile e rapida raccolta e scambio di dati, rendendo la ricerca di contatti più efficace ed efficiente a contrastare la diffusione del COVID-19.